Skip to main content

La principale differenza tra Spagnolo e Catalano è di natura lessicale, ma sono molti i punti in comune tra queste due lingue, tanto che spesso si arriva a confonderle o a considerarle l’una il dialetto dell’altra. Quindi, cosa c’è da sapere sulle differenze storiche, geografiche e culturali tra queste due lingue?

differenza tra catalano e spagnolo

Lo Spagnolo o Castigliano

La lingua comunemente conosciuta come Spagnolo è in realtà il Castigliano, cioè la lingua parlata nel Regno di Castiglia. All’epoca delle grandi scoperte geografiche e delle conquiste coloniali, il castigliano venne diffuso anche in America del Sud, divenendo una delle lingue più parlate al mondo.

Tipi di Spagnolo nel mondo

Come sempre accade con le “lingue di importazione”, lo spagnolo parlato nelle colonie cominciò una lenta ma inesorabile evoluzione propria, distanziandosi progressivamente dal Castigliano.

Questa evoluzione non ha portato alla costituzione di uno “spagnolo americano”, ma ha dato origine a diverse varietà di spagnolo nate dalla sovrapposizione della lingua iberica con il complesso sistema delle lingue delle popolazioni indigene.

Anche nelle Isole Canarie, al largo della costa occidentale d’Africa, si parla una variante dello spagnolo che ha acquisito una forte autonomia rispetto al castigliano ma che, anche in questo caso, ha assunto sfumature differenti nelle varie isole dell’arcipelago.

Le lingue co – ufficiali della Spagna

Contrariamente a quanto spesso si crede, in Spagna non si parla soltanto lo Spagnolo Castigliano. Al contrario, si parlano 3 lingue co – ufficiali: Galiziano, Basco e Catalano, quest’ultimo diviso in due diverse identità linguistiche.

Il Catalano

Il Catalano è la lingua parlata in Catalogna, cioè in un’area geografica piuttosto ristretta, affacciata sul mar Mediterraneo occidentale e posta al confine con la Francia. Le principali città della Catalogna, capitali linguistiche del Catalano, sono Barcellona, Tarragona e Llorét de Mar.

Il Catalano è parlato però anche nelle Isole Baleari e in un’isola linguistica nella città di Alghero, nella nostra Sardegna.

In virtù della sua somiglianza con il castigliano, si crede spesso che il catalano sia solo un dialetto dello spagnolo, mentre invece è una lingua autonoma che presenta molte somiglianze con l’occitano, antica lingua della Francia Meridionale.

Come ogni lingua, anche il Catalano presenta diversi dialetti che possono essere divisi in un “blocco orientale” e in un “blocco occidentale”.

Differenza tra Catalano e Spagnolo

Come già accennato, la differenza tra lo Spagnolo e il Catalano è di natura lessicale: rispetto allo Spagnolo, il Catalano assomiglia più all’Italiano e al Francese.

Esattamente come l’Italiano, il Catalano combina i pronomi personali tra loro, come nel caso di “gliene”, “gliele” eccetera. Il Catalano presenta, inoltre, le particelle en e hi (traducibili con “ne” e “ci” dell’Italiano) che in spagnolo non esistono.

I nostri servizi di traduzione dall’italiano allo spagnolo sono affidati a traduttori professionisti che conoscono le differenze tra le varie lingue parlate in Spagna e sono in grado di fornire traduzioni professionali, anche in Catalano.