Skip to main content

La traduzione assistita viene spesso confusa con la traduzione automatica, ma è un tipo di lavoro molto diverso. Ma perché avviene questa confusione e per quale motivo, invece, la traduzione assistita dev’essere considerata una risorsa importante in fatto di traduzione?

traduzione assistita

Traduzione assistita: definizione

La traduzione assistita è una forma di traduzione che prevede l’utilizzo di sofisticati software volti a velocizzare e facilitare il lavoro di un traduttore professionista.

Questi software vengono utilizzati dalle agenzie di traduzione come strumenti di supporto per l’attività dei traduttori.

Stai cercando un servizio per traduzioni specializzate?

Eurotrad è il partner che stavi cercando per la tua azienda. Se hai bisogno di informazioni sui nostri servizi di traduzioni professionali contattaci.

Qual è la differenza tra traduzione automatica e assistita?

La traduzione automatica è un tipo di traduzione che viene svolta da un software di traduzione, senza l’apporto di un traduttore umano. Le eventuali modifiche a una traduzione automatica vengono eseguite quando la traduzione è già stata eseguita. Tali correzioni hanno il fine di rendere il testo tradotto più corretto, fluente e adatto al contesto in cui dovrà essere utilizzato.

Una traduzione assistita è invece una traduzione eseguita da un traduttore professionista che corregge, modifica o riscrive i segmenti di traduzione eseguiti da un software automatico via via che essi vengono prodotti.

Questo tipo di traduzione è quindi sotto il controllo del traduttore umano, che quindi si avvale della traduzione generata dai software solo come uno strumento per velocizzare il proprio lavoro, renderlo più coerente con la traduzione precedente ma anche più esatto dal punto di vista terminologico, soprattutto nel caso in cui si stiano traducendo testi tecnici.

Gli strumenti di traduzione assistita

Gli strumenti per la traduzione assistita sono programmi di traduzione in grado di creare database di traduzione, detti anche memorie di traduzione.

Esse comprendono brani dei testi originali e le traduzioni corrispondenti, riproponendole nel momento in cui, nel corso di un lungo testo, si dovessero ripetere.

In questo modo il traduttore non dovrà tradurre nuovamente il testo, ma potrà confermare il riutilizzo della traduzione già effettuata oppure modificare leggermente il testo tradotto per adattarlo a specifiche esigenze.

Anche i glossari sonno strumenti essenziali della traduzione assistita. Sono costituiti da un insieme di termini correlati a un determinato argomento e dalla traduzione corrispondente. Si rivelano particolarmente utili nella realizzazione di traduzioni tecniche, dove esiste una e una sola traduzione corretta per ogni termine utilizzato.

Cosa sono i CAT tools?

Tutti i software che affiancano e sostengono il traduttore nello svolgimento della traduzione sono detti CAT tools, cioè software per la traduzione assistita.

Sono fondamentali per produrre in tempi rapidi una traduzione corretta di testi molto corposi ma consentono anche di ottenere una perfetta coerenza terminologica in testi giuridici o specialistici. Permettono quindi ai traduttori di rispettare termini di consegna molto stretti e consentono anche di calcolare con precisione il numero di cartelle di traduzione in cui si articolerà il lavoro.

Grazie a quest’ultima funzione il calcolo del costo finale di ogni traduzione sarà molto preciso e potrà essere valutato in maniera semplice e oggettiva.

Devi tradurre dei testi per il tuo business?

Da oltre venticinque anni questo è il nostro mestiere. Aiutiamo le aziende a fare business in tutto il mondo grazie ai nostri servizi di traduzione.